Empatia-The Web Prof

The Web Prof

Didattica 2.0

Empatia

empatia

Che cos’è l’empatia?

Consigliato per: classe 1^ Secondaria I grado e successive;

Periodo: Accoglienza, sostituzioni, momenti critici del gruppo;

Materie coinvolte: Italiano;

Obiettivo: permettere ai ragazzi di riconoscere e gestire le emozioni proprie e degli altri; favorire la conoscenza “vera”; cementare il gruppo.

Fasi di lavoro

Potete utilizzare questo materiale sia nelle vostre classi che in quelle che non conoscete, ma sappiate che, soprattutto nelle classi prime, o se c’è qualcuno con particolari situazioni alle spalle, dovrete prevedere e gestire le emozioni che verranno fuori; personalmente, è quello che voglio, perché mi permette di conoscere chi ho di fronte e di risolvere problematiche interne al gruppo, ma mi sembra corretto avvertirvi prima! Potete svolgere questo “laboratorio delle emozioni” in tutte le classi a partire dalla prima.

A volte, può essere utile ripeterlo negli anni successivi per vedere la differenza.

Iniziate con una domanda: cos’è l’empatia? Fate rispondere alcuni di loro, poi fategliela provare con questo video.

Cosa stai aspettando?

Proviamo insieme una sensazione di empatia positiva.

https://youtu.be/glktkl6ZXXo

Chiedete ancora: perché avete riso? Qualcuno non ha reagito? Parlatene. Dopo, passate alla visione di questo video (in inglese con sottotitoli) e aiutateli a comprendere il contenuto.

Che cos’è l’empatia

Questo video spiega benissimo cosa significhi decidere di essere empatici, cioè entrare in connessione con l’altro.

https://youtu.be/3oaobKn_MkE

Proviamo adesso una sensazione di empatia legata alla tristezza.
 

Il potere dell’empatia

Video americano con sottotitoli, utile per ricordarci che intorno a noi ci sono persone con sentimenti e storie di tutti i tipi, e che vale quindi la pena stare attenti a come ci rapportiamo con gli altri.

https://youtu.be/t_JhF449hw8

Raccogliete le impressioni e parlatene insieme. Molti racconteranno esperienze personali. Molto importante: lasciate sempre la libertà di condividere o meno: piano piano parleranno tutti, anche nelle lezioni successive. L’importante è creare la connessione.

Scena tratta da Inside out– ascolto empatico

Utile per capire cosa significhi calarsi nei panni dell’altro. Riprende il concetto spiegato nel secondo video visionato: una cosa è tentare di consolare, altra calarsi nei panni dell’altro condividendone, ad esempio, il dolore.

https://youtu.be/t-asXorVstM

Suggerimenti:

Normalmente mostro i video raccolti in questo gruppo in questa successione, raccogliendo le impressioni fra una proiezione e l'altra. Potete poi far scrivere un testo e lasciare liberi i ragazzi di condividerlo o meno con il gruppo o, se il contenuto lo consente, di pubblicarlo sul sito web di classe: qui si crea l’occasione per spiegare il concetto di privacy, di pubblico e privato, di cosa può o non può andare online e, se è il caso, si spiega come oscurare i dati sensibili e perché.

Importante! Date sempre dei tempi precisi e adeguati per il dibattito che seguirà i video: se avete, ad esempio, un’ora, dividete l’attività in due parti poiché lo scopo di questo laboratorio è quello di far uscire le emozioni, quindi dovete dare spazio ai ragazzi e, se possibile, mettervi in gioco per primi.